Promozione C: Intervista a Filippo Badaloni della Dinamis Falconara

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

filippo-badaloni-dinamis-falconaraPrimo in classifica… fino alla trasferta di venerdì scorso a Fabriano ancora imbattuto, oggi con noi uno dei “bomber” della corazzata Ciao Giò – Dinamis Falconara: Filippo Badaloni
Ciao Filippo, prima o poi doveva capitare, prima sconfitta in campionato
Sì, prima sconfitta. I Brown Sugar ci hanno messo sotto fin dall’inizio sia fisicamente che psicologicamente, noi non abbiamo giocato come sappiamo fare, complimenti a loro. Ora non fasciamoci la testa, siamo consapevoli delle nostre potenzialità e concetrati sulle prossime partite, tutte importanti e impegnative.

L’assenza di Esposito e De Carolis però è stata importante
Si, De Carolis e Esposito sono due pedine importanti per la squadra, ma le loro assenze non devono essere un alibi a cui aggrapparsi per una brutta prestazione.

Finora campionato quasi perfetto e chiaramente l’obiettivo è quello di vincerlo
Campionato ancora perfetto, siamo ancora primi, prima sconfitta che, arrivati a questo punto, ci sta. È impensabile non perdere mai durante una stagione. Considerando il fatto che per molti di noi è il primo anno in un ambiente nuovo va molto bene. Il nostro obbiettivo rimane sempre quello di vincere il campionato.

Dopo tanti anni alla Stamura, primo anno al Falconara. Come ti trovi?
Alla stamura sono entrato da bambino e ho fatto tutto il percorso fino alla prima squadra. Per me era arrivato il momento di provare qualcosa di diverso e, all’esperienza a Falconara, per adesso, do il massimo dei voti. La società è seria e ambiziosa, e poi mi trovo molto bene con i nuovi compagni di squadra.

Per la categoria siete uno “squadrone”: forti, atletici, “grossi”, proprio una squadra completa
Un’ottima squadra. L’hai detto tu: fisici, atletici, riusciamo a coprire bene il campo e sappiamo concentrarci. La cosa importante è che i miei compagni ed io siamo tutti fondamentali per raggiungere l’obiettivo della vittoria finale.

Quale potrebbe essere il vostro punto debole?
Beh, il nostro punto debole lo si è visto a fabriano come anche in altre partite: dobbiamo mantenere alta la concentrazione e non abbassare l’intensità del gioco.

Basta con le domande serie, passiamo a quelle “fondamentali”. Piccola premessa per chi ci legge, da quest’anno facciamo il fantanba insieme (lui è una matricola)… vediamo un po’ se ti meriti la conferma anche per la prossima stagione.
Chi scegli tra: LeBron James o Stephen Curry?
Lebron James

Russell Westbrook o Kevin Durant?
Da tifoso OKC Westbrook

Karl-Anthony Towns o Joel Embiid? (occhio a come rispondi…)
Joel Embiid #NBAVOTE

E per finire la più difficile… Giorgio Ansevini o Mauro De Santis?
Ansevini da 4 e De Santis da 5

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 955 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.