Prima Divisione AN: esordio vincente dell’Adriatico Ancona

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

Basket 2000 Senigallia – Adriatico Ancona 49-63

Parziali: 7-18, 10-16, 16-16, 16-13

Basket 2000 Senigallia: Biagetti 1, Berluti 7, Badioli , Persi 10, Toderi 8, Francoletti 12, Pellegrino 3; De Angelis 2, Tonelli 3, Santini , Conti . All.Albani

Adriatico Ancona: Gorgoloni 3, Danieli A. 9, Stefanelli , Danieli M. 22, Barletta , Casciato 2, Rossini 7, Ratti 2, Caranto 7, Zagaglia NE, Pazzi 8. All. Pinat

Esordio play off vincente per l’Adriatico Ancona che si aggiudica il primo atto dei quarti di finale del campionato di prima divisione. I ragazzi di coach Pinat vincono gara 1 contro il Basket 2000 Senigallia 49 a 63 grazie ai 22 punti dell’MVP Danieli Matteo. Primo tempo tutto di marca anconetano, i padroni di casa soffrono la forte intensità difensiva dei biancorossi trovando solo tiri forzati e trovando la via del canestro con estrema difficoltà. Ancona non ne approfitta nell’immediato sbagliando molto in fase offensiva. Nella seconda parte del primo quarto gli ospiti premono sull’acceleratore grazie ai punti di Danieli M. e grazie ad un buon gioco di squadra. Il primo tempo finisce 17 a 34 per l’Adriatico. Nella ripresa Senigallia tenta di ricucire il gap, ma gli anconetani reggono senza troppi problemi mantenendo sempre la doppia cifra di vantaggio. La partita finisce 49 a 63 per Ancona, martedi i ragazzi di coach Pinat avranno il primo dei due match point per la qualificazione alle semifinali play off, appuntamento alle ore 21 e 15 al PalaVerde di Pietralcacroce.

Ufficio Stampa Adriatico Ancona

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 1345 Articles

Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.