Promozione A: Marotta Basket – GS Adriatico Ancona 80-90

logo Marotta BasketContro il G.S. Adriatico Ancona il Marotta Basket era chiamato ad un pronto riscatto dopo il passo falso della settimana scorsa subito ad Acqualagna. Così purtroppo non è stato.

Al “3 Ragazzi” il team dorico s’impone col punteggio di 80-90.
La formazione ospitante, sempre a rincorrere seppur con distacchi minimi, non è mai stata in partita salvo grazie a qualche rara fiammata che per altro non le ha mai permesso di andare in vantaggio. Vittoria meritatissima invece del G.S. Adriatico il quale è stato perfetto sotto ogni punto di vista riuscendo a disputare, me lo concedano gli amici di Ancona, l’incontro della vita.

Non fosse solo per il gioco semplice ma pulito e preciso che hanno messo in mostra, gli ospiti sono stati capaci di medie realizzative spaventose dalla lunetta, dal campo e dall’arco dei tre punti che una squadra di promozione difficilmente ne è capace e soprattutto in grado di ripetere. In casa Marotta Basket invece, se il match perso ad Acqualagna non sembrava destare preoccupazioni , alla luce della seconda sconfitta consecutiva e visto il modo in cui è maturata, forse si rende necessario, ora più che mai, un momento di riflessione atto conseguentemente a chiarire alcune incresciose situazioni che vanno al di là della forma fisica, degli schemi o più in generale, del semplice gioco del basket. E qui mi fermo.

Anzi, andando ancora una volta contro i miei principi, così come ho fatto la volta scorsa con Mutic, voglio di nuovo elogiare chi in campo ci va mettendo impegno, passione, cuore e grinta. Che serva da incitamento a continuare a far bene e a pungolare l’orgoglio o sia da sprone a coloro i quali pensano invece di andare a disputare un incontro tra scapoli e ammogliati il quale, alla soglia dei cinquant’anni e senza arte né parte, è perfettamente in grado di affrontare pure il sottoscritto. E’ inutile che stia ad elencare chi da più di una stagione ha dato prova di attaccamento alla maglia. Sapete benissimo chi siete anche se temo, e mi auguro di no, che in futuro dovrò fare i vostri nomi . Questa volta il mio plauso va a Giacomo “Jack” Diotallevi che partita dopo partita è sempre più determinante e al quale sta spuntando ormai irreversibilmente la cresta leonina. Vai grande “Zibo”!!!

Infine un’ultima nota di colore. Una maledizione sta colpendo il Marotta Basket al “3 Ragazzi”: è la terza volta consecutiva che la sua retina viene infilata da metà campo sul fil di sirena con disperate “scodellate” della domenica a dir poco improbabili ed aleatorie. Come per le scorse occasioni, causa questa ennesima sfortunata ed avversa circostanza, hanno spiccato il volo ancora altre sedie nella zona antistante il tavolo arbitrale. Dopodiché sono volate pure parole ben condite e confezionate a regola d’arte inneggianti ad una parte anatomica ben precisa del corpo umano.

Incontro

Marotta Basket GS Adriatico

80 - 90

5. Giornata

21 Novembre 2014, 21:00

N/A

(parziali: 15-20, 16-21, 24-19, 22-30)

Tabellini

Marotta Basket: Diotallevi 17, Bertazza 3, Kosovac 1, Santinelli 6, Mutic 10, Sciarrini 25, Castrignano 4, Baldiserri, Mentuccia 10, Carboni n.e., Venturi 4. All. Bedini

G.S. Adriatico Ancona: Giacchetti 11, Morellina n.e., Ripanti, Ausili F. 11, Scalseggi 8, Sorellina 21, Stefanelli 14, Casali 5, Cotellessa 2, Bedetti 16, Ausili L. n.e., De Stefano 2. All. Gasparrini

Luca Nazionale – Ufficio Stampa Marotta Basket

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Alessio Marinelli 1534 Articles
Fabbro cestistico di pluriennale esperienza, momentaneamente fermo per un crociato schiantato. Veste i colori del P73 Conero dal 2005 e si è posto l'obiettivo di portare il basket minor alla ribalta delle cronache sportive.