Serie B: La Goldengas si prende la rivincita sul Campetto!

La Goldengas si prende la rivincita sul Campetto Ancona dopo che all’andata i biancorossi accarezzarono solamente, fino all’ultimo secondo, la vittoria.

Nella gara di ritorno Senigallia mette in chiaro da subito le cose aggredendo il match e infilando subito il break che poi risulterà decisivo. Gurini ne mette 30 e vince la sfida tra top scorer con Simone Centanni che si ferma a 26 (ma molti a partita finita).

Per la Goldengas è la quinta vittoria consecutiva.

Giacomini francobollato al killer del match d’andata Simone Centanni, Pierantoni spazza i tabelloni e Gurini inventa canestri. Sono questi i tre ingredienti principali con i quali Senigallia apre il derby infrasettimanale e mette subito 8 lunghezze di margine tra sé e Ancona arrivando a toccare il 12-4 dopo quattro minuti di gioco nonostante una percentuale dalla lunetta rivedibile.

Le palle palle perse degli anconetani e un’attenta gestione del ritmo da parte dei biancorossi, insieme a qualche zingarata di Giacomini, spingono il vantaggio biancorosso in doppia cifra con gli ospiti che devono rinunciare alla coppia “made in Senigallia”, CasagrandePolonara, già con due falli a testa.

Gli ospiti si fermano al 25% dal campo nel primo periodo e Senigallia doppia Ancona alla prima sirena (20-10) grazie all’8 /8 da due punti.

Si sbloccano i Centanni nel secondo periodo. I fratelli Filippo e, soprattutto, Simone dimezzano lo svantaggio riportando i bianconeroverdi in scia sul 24-19 e poi ancora sul 26-21.

9 punti in fila firmati Federico Ricci ridanno slancio e vantaggio in doppia cifra alla Goldengas (33-23).

Dalla lunga distanza le polveri sono bagnate da entrambe le parti (identico 1/13 dai 6.75) e gli spazi per attaccare il ferro praticamente inesistenti. Si va al riposo sul 35-26 Goldengas.

Maggiotto apre la ripresa mettendone 5 in fila dando, insieme ai suoi compagni, la sensazione al PalaPanzini di poter allargare il divario.

Sul più bello la Goldengas però si pianta. I fratelli Centanni trovano con regolarità la via del canestro, anche dalla lunga distanza e il vantaggio biancorosso si assottiglia fino al 44-42 con il solo Gurini a trovare la retina e a punire con tagli puntuali dal lato debole la difesa anconetana. Senigallia passa anche alla zona per rallentare il ritmo e confondere le idee agli ospiti, mentre nella metà campo offensiva Gurini insiste nel martellare (19 a fine terzo quarto, 8 nel periodo). Simone Centanni dalla lunga distanza riporta i suoi a -6, ma sulla sirena Maggiotto de ben oltre i 6.75 fissa il 58-49 del trentesimo.

Partita che rimane più che aperta nelle prime battute dell’ultimo periodo con Casagrande che mantiene a contatto i dorici mentre è Matteo Ricci a prendersi cura del faro anconetano Simone Centanni. Maggiotto dalla lunga distanza e Pierantoni dalla lunetta ridanno il +12 alla Goldengas (massimo vantaggio) sul 65-53 entrando negli ultimi cinque minuti di gioco. Massimo vantaggio che viene poi ritoccato da Gurini e poi da Matteo Ricci con la tripla dall’angolo sulla sirena dei ventiquattro secondi.
Simone Centanni mantiene vive le speranze degli ospiti infilando la tripla del 72-62 a due minuti dal termine e poi ancora quella del 74-65 trenta secondi più tardi.

Gurini mette i liberi della sicurezza con Senigallia che può così amministrare negli ultimi istanti di gioco. Gli applausi del PalaPanzini accompagnano la squadra di Foglietti fino alla sirena finale col tabellone che dice 80-71.

SENIGALLIA – ANCONA 80-71

(20-10; 15-16; 23-23; 22-22)

SENIGALLIA: F. Ricci 9, Pierantoni 4, M. Ricci 5, Giacomini 14, Crescenzi, Giampieri, Gurini 30, Figueras, Morgillo, Maiolatesi, Maggiotto 18. All. Foglietti.

ANCONA: Bolognini, F. Centanni 17, S. Centanni 26, Zandri, Luini, Polonara 10, Maddaloni, Redolf 4, Casagrande 8, Cognigni, Baldoni 6. All. Marsigliani.

ARBITRI: Santilli e Vittori.

PROGRESSIONE: 12-6 (5’), 20-10 (10’); 26-21 (15’), 35-26 (20’); 44-42 (25’), 58-49 (30’); 65-55 (35’), 80-71 (40’).

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Alessio Marinelli 1522 Articles
Fabbro cestistico di pluriennale esperienza, momentaneamente fermo per un crociato schiantato. Veste i colori del P73 Conero dal 2005 e si è posto l'obiettivo di portare il basket minor alla ribalta delle cronache sportive.