Serie B: La Luciana Mosconi sbanca Civitanova!

Una vittoria di squadra e di una Luciana Mosconi che da un cazzotto nello stomaco al fantasma chiamato playout rimanendo in piena corsa per un piazzamento playoff. Coach Pozzetti vince la seconda partita su tre della sua gestione sbancando con pieno merito il Palarisorgimento di Civitanova nel temuto derby.  Una Luciana Mosconi che ha tenuto sempre la partita in mano resistendo con forza agli aumenti di ritmo dei padroni di casa e rimanendo con i nervi ben saldi nel finale diventato progressivamente complicato. Brava la Luciana Mosconi ad approfittare di una situazione particolare della Virtus. Senza Pierini e Andreani, i civitanovesi sono sembrati anche privi di identità dando l’impressione di disunirsi difronte alla difficoltà e fin troppo nervosi. Con questo successo la Luciana Mosconi riporta a 6 le distanze dal quartultimo posto di Teramo a 4 giornate dalla fine con i dorici che devono osservare il turno di riposo ma che hanno il 2-0 nello scontro diretto contro gli abruzzesi. Solo l’inappellabile matematica non permette ai bianconeroverdi di festeggiare già la salvezza. Bisognerà avere pazienza e aspettare ancora un pò ma il traguardo principale della prima stagione in B del Campetto è davvero vicino.

A Civitanova arriva un folto gruppo di sportivi di Ancona che a tratti nel match farà anche sentire il suo calore . Ancona parte con Maddaloni, S.Centanni, Casagrande, Baldoni e Polonara. Nella Virtus c’è l’assenza annunciata di Andreani oltre a quella di Pierini (sotto i ferri il 1°aprile e un grande in bocca al lupo al leone di Porto Recanati). Millina mischia un pò il quintetto spedendo sin dall’inizio in campo Mitt a fare coppia con Bianconi in area verniciata, Burini in regia, Felicioni e Coviello a completare il reparto degli esterni. Il primo quarto, e di più l’intero primo tempo, della Luciana Mosconi è fatto di grande intensità e ottimi attacchi. Cinque triple a segno nei primi 10′, 8/16 nella prima parte di gara, Ancona vola in attacco con Baldoni particolarmente ispirato. Casagrande dopo neanche 3′ ha due falli ma dalla panchina si alza Redolf che fa molto male da oltre l’arco. Civitanova resiste con Bianconi e riesce a chiudere il primo quarto rimanendo sulla scia di una piacevole squadra anconetana (20-23).
Casagrande è protagonista dell’avvio di secondo quarto. Un gioco da tre punti dell’esterno senigalliese scrive 31-24 sul tabellone del Palarisorgimento. Civitanova risponde ancora con Bianconi e a -3’42” dall’intervalo impatta a quota 31 con l’aiuto dei tanti viaggi in lunetta. Gli ultimi minuti di primo tempo sono però tutti degli ospiti. La Luciana Mosconi si riprende subito l’inerzia del match e piazza un controparziale di 13-2 che le ridà slancio e grande fiducia. Le triple di Simone Centanni e Polonara chiudono i primi 20′ con Ancona che vince ai punti (44-33).
L’inizio di ripresa vede la Luciana Mosconi sbattere contro la zona civitanovese. I locali riescono a bloccare la verve anconetana e si rifanno sotto con i canestri di Amoroso e del solito Bianconi. 41-44 a -6’03” dalla terza sirena, Ancona è sempre avanti nonostante gli errori dei primi 4′ di ripresa. Più di un segnale al resto della partita. Il time out di Pozzetti giunge a puntino per i dorici. Filippo Centanni segna in penetrazione e subito dopo c’è l’antisportivo a Bianconi che produce 4 punti con i liberi dello stesso Centanni e la conclusione vincente di Casagrande. La Luciana Mosconi torna a respirare (41-50) e gestirà il vantaggio per l’intera ultima parte di terzo quarto nonostante i 4 falli di Redolf e qualcosa che va a rallentare il suo attacco (50-59).
Ancona tocca il +11 a inizio di ultimo periodo con Casagrande abile nel rimbalzo offensivo convertito in due punti d’oro. Civitanova spegne il suo attacco contro la sirena dei 24″ e Ancona parte benissimo all’ultima curva. La Virtus alza però la sua difesa. Pressing e parecchia intensità tolgono fiato agli anconetani che non riescono più a segnare.  Dopo 3′ arriva la tripla di Cognigni (il migliore dei suoi) a riaccendere la partita. Maddaloni penetra segnando e Ancona è sempre a +10 (53-63). Aumentano i falli con Baldoni arrivato al 4° e Maddaloni al 3°. Ci sono parecchi errori su ambo i fronti che avrebbero potuto avviare un finale di partita diverso. La tripla di Vallasciani porta Civitanova a -8 (57-65) e Cognigni dalla lunetta accorcia ancora fino al 59-65 a -4’23”. L’antisportivo di Fiippo Centanni non porta niente perchè Bianconi fa 0/2 e Bianconi sbaglia da fuori. Tutto rimane sul +6 per Ancona che ha anche Polonara con 4 falli. Si accende Amoroso. 4 punti di fila del capitano compreso il layup in acrobazia sulla sirena dei 24″. Civitanova ci crede ed è a -2 a 2′ dalla fine (63-65). Uno dei meriti della Luciana Mosconi al Palarisorgimento è stata la perfetta media dalla lunetta. 18/18 alla fine, Baldoni un complessivo 8/8 tra cui il 2/2 che riporta la Luciana Mosconi avanti a -1’46” dalla fine. Civitanova spreca con Amoroso (passi) e saluta Cognigni per falli. Dall’altra parte c’è Ricky Casagrande che fa 2/2 ed Ancona è sul 63-69. Segna Burini e stavolta è Maddaloni a essere una sentenza dalla linea (65-71). Arriva l’ultimo minuto, Simone Centanni sbaglia la tripla dal sapore di match point e tornando in difesa spende un fallo su Burini che tentava la tripla. Il tutto a 4″ dalla fine. Il playmaker di Millina sbaglia 2 liberi su 3, troppo per poter sperare. Sul secondo libero fallito c’è la manona di Baldoni che arpiona il rimbalzo e mette la vittoria in cassaforte seppur con qualche patema d’animo nel finale. Al ’40’ è 67-71 con la Luciana Mosconi in festa sotto la sua gente.

Rossella Virtus Civitanova Marche – Luciana Mosconi Ancona 67-71 (20-23, 13-21, 17-15, 17-12)
Rossella Virtus Civitanova Marche: Francesco Amoroso 17 (7/10, 0/2), Corrado Bianconi 12 (6/9, 0/4), Matteo Felicioni 9 (2/5, 1/4), Riccardo Coviello 8 (0/1, 0/3), Federico Burini 8 (1/3, 1/6), Filippo Cognigni 8 (0/0, 2/4), Marco Vallasciani 5 (1/5, 1/2), Arnold Mitt 0 (0/0, 0/0), Emanuele Bagalini 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Attili 0 (0/0, 0/0), Simone Cimini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 29 – Rimbalzi: 39 12 + 27 (Riccardo Coviello 10) – Assist: 13 (Federico Burini 4)
Luciana Mosconi Ancona: Lorenzo Baldoni 17 (0/2, 3/5), Riccardo Casagrande 16 (5/7, 0/3), Sergio Maddaloni 10 (4/5, 0/6), Valerio Polonara 8 (1/4, 2/4), Simone Centanni 8 (1/4, 2/9), Matteo Redolf 8 (1/1, 2/2), Filippo Centanni 4 (1/3, 0/2), Alessandro Luini 0 (0/2, 0/0), Tommaso Cognigni 0 (0/0, 0/0), Alessandro Bolognini 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Pajola 0 (0/0, 0/0), Alessio Zandri 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 18 – Rimbalzi: 30 6 + 24 (Lorenzo Baldoni, Riccardo Casagrande 8) – Assist: 12 (Simone Centanni 5)

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2541 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.