Serie C fase nazionale: la Rossella Civitanova attende Battipaglia

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

Mancano ormai poche ore al match Rossella – Polisportiva Battipagliese, “andata” di quella che al momento può essere considerata una finale tra le due formazioni, visto che sono a punteggio pieno dopo due giornate e che il ritorno si giocherà già domenica prossima. Abbiamo fatto qualche domanda al nostro coach Raffaele Rossi per iniziare a entrare in clima partita.

Coach, siamo alla vigilia di una partita che potrebbe valere l’intera stagione, com’è l’atmosfera in casa Virtus?
-C’è la consapevolezza di dover affrontare una partita fondamentale e difficile, d’altronde come tutte le altre di questa Fase Nazionale. La classifica e il testa a testa con Battipaglia aumentano sicuramente l’importanza. Ci siamo allenati bene in questa settimane anche se colpiti in parte da un’influenza, ma questo fa parte del gioco.
A livello tecnico che partita dobbiamo aspettarci?
-Dobbiamo affrontare una squadra molto “quadrata”, con degli esterni molto fisici, che fa di difesa e aggressività la sua forza. È molto difficile giocare contro squadre del genere e imporre il proprio ritmo, ma ovviamente dipende da noi farlo.
Battipaglia è una squadra costruita per vincere, che ha dovuto rinunciare a due giocatori extracomunitari dopo 12 partite per i problemi con i tesseramenti riscontrati in tutta Italia. Il miglior realizzatore è Giovanni Ausiello, ala classe ´87 reduce da tre stagioni da protagonista a Cassino, di cui le ultime due in serie B con cifre notevoli (10 punti con il 60% da due il 40% da tre due anni fa). In doppia cifra di media anche Gerardo Esposito (12.3), ala con grande esperienza nelle serie C campana e Fabrizio Trapani, giovanissimo (classe 1998) ma pericoloso play, capace di segnare anche 27 o 25 punti in una serata. Infine il centro Elia Confessore, ingaggiato a marzo dal Nola, inseritosi subito bene nella formazione di coach Orlando Menduto (16 punti all´esordio e 10 di media). Coach Menduto è una vecchia conoscenza del nostro Francesco Amoroso, infatti sono quasi coetanei e hanno giocato insieme nelle giovanili e un anno in serie C nel 99´ a Oristano.

Vi aspettiamo al Palas!

Ufficio stampa Virtus Civitanova

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 754 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.