La Sutor si arrende a Lamezia: finisce qui l’avventura dei gialloblù

sutor-montegranaro-stats

Finisce sul parquet del PalaFiom di Taranto il sogno dei sutorini di tornare in serie B. Una partita a due facce che poteva sicuramente avere un finale diverso: vinta nel primo tempo e persa nel secondo.

Lamezia, alla quale vanno tutti i meriti per averci creduto fino alla fine, vince così 58-63 ribaltando di fatto il +15 toccato dai ragazzi di coach Ciarpella nel secondo periodo di gioco.

Il primo quarto si apre con molti errori al tiro da parte di entrambe le squadre (il primo canestro viene segnato dagli ospiti dopo più di 2 minuti di gioco), con una Sutor molto aggressiva che si carica subito di diversi falli.
Lamezia sbaglia moltissimo dalla lunetta (saranno circa 15 i liberi sbagliati al termine del match) e Montegranaro ne approfitta con la sua arma migliore: il tiro da 3 punti. Soltanto un paio di canestri sul finale portano la squadra di coach Ragusa sul -1.

Il secondo quarto è la consacrazione del gioco gialloblù: difesa forte, ottima circolazione di palla ed il solito trio Lupetti-Rossi-Temperini che gonfia la retina da ogni posizione. Quando la Sutor tocca il +15, la partita sembra ormai essere definitivamente in mano dei veregrensi ed il primo tempo si chiude sul 42-29.

Chi si aspettava 20 minuti di noia è rimasto però deluso. Lamezia torna in campo con un piglio diverso, e trascinati dalla grinta di Cuccarese e soci, piazza subito un break importante nei primi minuti. Montegranaro fa fatica a trovare la via del canestro e la fiducia inizia a calare vertiginosamente. Qualche ottima circolazione di palla ed un paio di ottimi rimbalzi offensivi riportano i lamentini sul -2 al termine del terzo quarto.

Gli ultimi 10 minuti di gioco sono sostanzialmente un replay di quanto visto nei precedenti 3 periodi: la Sutor che prova a scappare, e Lamezia che risponde colpo su colpo arrivando al pareggio a circa metà della frazione. Il canestro però è ormai il peggior nemico dei marchigiani (che chiuderanno la partita con un terrificante 16-34 di parziale negli ultimi 20 minuti), mentre Lamezia acquista sempre più fiducia.

Sul parquet di Taranto termina 63-58 nel tripudio generale dei tanti tifosi calabresi giunti per l’occasione.

Le parole di coach Ciarpella al termine della contesa: “C’è molto rammarico perché abbiamo accarezzato la serie B senza riuscire ad afferrarla, dimostrando di potercela giocare alla pari con entrambe le squadre.

Qualche rammarico in più sulla partita di ieri che ci avrebbe permesso di giocare contro Lamezia con un giorno di riposo. I ragazzi hanno dato tutto e forse di più, e negli ultimi 10 minuti si è fatta sentire la stanchezza della precedente sfida.

Un grazie immenso da parte mia e dello staff intero ai ragazzi per l’impegno e la professionalità dimostrata, con l’augurio che possano tornare presto a giocare questo tipo di impegni.”

 

Una stagione sicuramente molto positiva per la Sutor, arrivata ad un passo dalla serie B dopo un fantastico rullino di marcia nei playoff.

Rimane comunque la soddisfazione di aver vinto il campionato insieme al Campetto e di essere riusciti lo stesso ad arrivare ad una promozione: i veregrensi infatti parteciperanno al prossimo campionato di serie C GOLD per la stagione sportiva 2018/19.

A tutto lo staff, alla società, ai giocatori ed al fantastico pubblico gialloblù che è tornato a riempire la Bombonera, vogliamo dire un grande ed immenso GRAZIE!

Ci rivediamo a settembre alla bombonera…”la sutor è un bene comune, e come tale va difesa INSIEME!”.

 

Montegranaro: Lupetti 12, Rossi L. 3, Selicato 6, Meacci, Cioppettini, Ciarpella 6, Bartoli 10, Temperini 15, Capancioni ne, Grande, Cataldo 6. All. Ciarpella

Basketball Lamezia: Rappoccio 5, Faranna 16, Marisi 5, Lazzarotti, Monier 8, Rubino 4, Saladino ne, Serra ne, Fragiacomo 3, Gaetano 9, Cuccarese 13, Ragusa G. ne. All. Ragusa D.

 

Parziali: 20-19, 22-10, 7-18, 9-16.

Progressivi: 20-19, 42-29, 49-47, 58-63.

 

Ufficio stampa S.S. Sutor Basket Montegranaro

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 1900 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.