Serie C: il bilancio di fine stagione della SIVA VIRTUS BASKET PORTO SAN GIORGIO

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
Si e’ conclusa domenica scorsa, con la disputa dell’ultima partita al Palasavelli di Porto San Giorgio, la stagione 2016/17 della SIVA Virtus BK P.S.Giorgio nel Campionato Serie C Silver Regione Marche; i ragazzi in “canotta” azzurra hanno vinto contro Tolentino per 82-74 , giocando una buona partita e, nonostante le tante assenze, dimostrando una volta di piu’ di essere una buona compagine capace di giocarsela contro qualsiasi avversario senza mai sfigurare, e proprio per effetto di questa vittoria sono riusciti ad aggiudicarsi l’ammissione ufficiale nella Serie C Gold nazionale per la prossima stagione 2017/18 . La SIVA chiude una stagione decisamente positiva: si era partiti con l’obbiettivo primario del mantenere la categoria e invece, addirittura è stata ottenuta una promozione; resta sicuramente il rammarico per i playoffs per la Serie B persi in maniera quantomai sfortunata per le note vicende della “American question”. Le citazioni di merito vanno fatte per tutti e su tutti: il nuovissimo Coach Giampaolo Ambrico alla sua prima stagione da Capo-Allenatore, protagonista in positivo per una perfetta conduzione tecnico-tattica in allenamento e in partita e “creatore” di un “gruppo-spogliatoio” stupendo, come non si vedeva da anni; il Vice-Allenatore Del Pontano, grande lavoratore e figura imprescindibile per la sua esperienza e capacita’; i giocatori: Capitan “Toro” Tortolini, di cui non sappiamo piu’ cosa scrivere, eterno”ragazzo” ( vicino alle 49 primavere…) che porta in dote oltre 16 punti di media partita, 8 rimbalzi e tanta forza fisico-mentale, con il manuale del gioco del basket da insegnare a tutti i giovani; Tombolini, tornato alla Virtus per un’ottima stagione da leader come miglior realizzatore della squadra e professionista esemplare; Sagripanti, “mister difesa”, ma quest’anno positivissimo dalla linea dei tre punti e devastante con il suo atletismo; Perini, arrivato in punta di piedi,ma si e’ via via conquistato il suo ruolo di protagonista con una buona stagione complessiva; Belleggia, sempre pronto in ogni situazione di gioco, vero uomo-spogliatoio; Alvear, il nostro baby (classe ’98) diventato uomo, finalmente giocatore vero, in campo nei minuti che contano da protagonista ( peccato per l’infortunio proprio nel suo magic-moment); Grossi, altro “bimbo” del 2000, cresciuto momento dopo momento con il duro lavoro settimanale in palestra e gia’ con minutaggio in partite che contano; Riga e Di Sabatino, i due “sambenedettesi”, classe 2000 anche loro, bravissimi ragazzi sempre sul pezzo in allenamento; Milanovic, il “lungone” del ’99, partito tardissimo, ma che si sta’ sempre piu’ innamorando del basket; non dimentichiamo Spaccapaniccia, costretto a fermarsi per problemi di lavoro, ma anche lui protagonista; Calcinari, Quinzi, Mancinelli, Cinti i “super babies” della carovana del 2001, che si sono allenati con la prima squadra e sono cresciuti tantissimo; per finire con i due “import players” Nick Mc Henry e Kam Belin, stupendi ragazzi, innamorati della realta’ Virtus, assoluti protagonisti dei parquets di tutta la regione con prestazioni da vero spettacolo cestistico, purtroppo “fermati” da un regolamento a dir poco “iniquo”. Un ringraziamento speciale va’ allo sponsor SIVA, sempre presente sugli spalti appassionatamente con la sua famiglia, e a tutti gli altri “co-sponsor” che hanno permesso alla Virtus di portare avanti un’altra stagione sportiva. Da rimarcare il lavoro giornaliero, proficuo e costante dei dirigenti Maria Teresa Cesaroni, Costantino Calcinari, Maura Postacchini e del D.S. Gabriele Vitali, per terminare con chi, dal 2008, permette che questa straordinaria realta’ dello sport, e della pallacanestro in particolare, vada avanti sempre con ottimi risultati: il Presidente Fabio Lanciotti, vera “anima pulsante” della SIVA Virtus BK P.S.Giorgio.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 955 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.