Serie C: il Fossombrone vince il derby contro l’Urbania con una gran rimonta

Il Derby è del Fosso!
Bartoli Mechanics-Mec System Urbania 7️⃣️3️⃣️-7️⃣️2️⃣

Ci ha provato prima la neve, poi l’arbitro Giardini nel primo tempo seguito dal collega Guercio nel secondo ed infine l’incredibile imprecisione dei nostri in lunetta, ma era scritto che questo derby dovesse finire così: i biancoverdi in mezzo al campo ad esultare per la quinta vittoria consecutiva (quattordicesima stagionale), il terzo posto in classifica in solitaria e due punti rosicchiati a Matelica (caduta ad Ancona).
La gara, come scritto sopra, è stata tutt’altro che semplice. Sapevamo di affrontare un’avversaria tenace e combattiva, reduce da qualche stop di troppo nel girone di ritorno e desiderosa di fare bene nel derby.
Partenza shock, Fosso caricato di falli, in particolare Cecchini e Federico Savelli che non riusciranno a contribuire come fanno di solito proprio per questa ragione. Urbania vola via segnando una caterva di tiri liberi con buone percentuali e trovando un gioco fluido e ben costruito.
La Bartoli accusa il colpo e coach Giordani opta per un quintetto ‘combattente’ con Nobilini, Clementi e Barantani a tirare il gruppo.
La scelta si rivela azzeccata perchè il Fosso riduce il gap proprio grazie ai 3 sopra, capaci di raddrizzare una partita che si stava mettendo male.
Urbania, arrivata fino al +19, molla un pò l’acceleratore e inizia a sbagliare qualcosa di troppo.
Beltran e Luca Savelli si battono nel pitturato ‘nemico’ su ogni pallone, riuscendo a trovare punti e falli su seconde opportunità.
Gli ospiti si affidano alle loro sicurezze: Longoni in regia e l’eterno Facenda. I due non tradiscono, tenendo la Mec System avanti di qualche punto.
Nell’ultimo quarto si sveglia il ‘bomber’ Ravaioli che, come gli è stato detto scherzando a fine partita, è arrivato tardi a causa della neve… Per nostra fortuna è arrivato e ha martellato la retina avversaria senza pietà, segnando tutti e 13 i suoi punti nell’ultimo periodo e guidando alla vittoria il Fosso.
Uno ‘sportivo Jack Sparrow’ che sembra sonnecchiare per oltre 30 minuti ma poi è capace di piazzare una serie di colpi per ribaltare il risultato e portarci di nuovo ad un approdo sicuro.
Se avessimo perso questa gara non saremmo stati ‘scarsi’, ora che l’abbiamo vinta non siamo di certo ‘fenomeni’.

Ora siamo una Squadra. Vera.

E sabato prossimo andiamo a Matelica con un solo obiettivo: vincere.

#forzafosso 🇳🇬️💚

Fosso:
Edoardo Santi ne, Federico Savelli 1, Filippo Cicconi Massi 9, Lorenzo Vicario ne, Luca Savelli 17, Alberto Nobilini 2, Riccardo Morresi ne, William Clementi 8, Andrea Barantani 9, Eugenio Cecchini 4, Riccardo Ravaioli 13, Gonza Beltran 10. All.Giordani

Urbania: Baldassarri, Pentucci, Marini 10, Longoni 13, Tancini 3, Spagna 2, Galavotti ne, Diana 10, Dziho 6, Matteucci 9, Facenda 19. All. D’Amato
Parziali: 15-28, 33-47, 52-60, 73-72.

Ufficio stampa Fossombrone Basket

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2587 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.