Serie C gold: coach Ciarpella ha finalmente tutto il roster a disposizione

sutor-montegranaro-stats

Domenica si torna fra le mura amiche della Bombonera per la 6° giornata di ritorno: a far visita alla Premiata questa volta è la Robur Falconara, squadra temibile che all’andata disputò un’ottima partita prima di cadere nell’ultimo quarto sotto le bombe di Lupetti. Un match assolutamente da non sottovalutare per tornare a macinare punti e a consolidare così il 4° posto in classifica.
Per l’occasione abbiamo raggiunto coach Ciarpella:

1) Marco dopo la bellissima vittoria contro Valdiceppo è arrivata la sconfitta di Pesaro. Cosa non ha funzionato contro il Pisaurum?

“Il Pisaurum ha giocato una partita di grande fisicità, dominando la partita dal punto di vista dell’energia per 40 minuti. Noi abbiamo giocato con leggerezza una partita che andava vinta sulle palle vaganti e a rimbalzo, trovando poco contropiede e di conseguenza pochi buoni tiri in attacco nell’arco dei quaranta minuti.

2) La squadra è sembrata stanca e a tratti disattenta: hai detto qualcosa in particolare ai ragazzi martedì in palestra?

“Sapevamo che vincere a Pesaro non era facile, un banco di prova per dimostrare solidità e fare un salto di qualità. Siamo stati rimandati e dobbiamo tornare in palestra per lavorare e vincere le partite anche quando le percentuali al tiro non ci aiutano.

3) Il campionato è ancora lungo, ma abbiamo perso un’occasione per mettere in cassaforte altri due punti importanti in ottica playoff. Ora ci aspettano due appuntamenti che non possiamo fallire contro Falconara e Foligno…

“Mancano 8 finali per la fine della stagione regolare. Parlare di punti persi non aiuta, pensiamo a quelli che possiamo conquistare, partendo da Falconara”.

4) Domenica alla Bombonera infatti arriva la Robur che all’andata vendette cara la pelle e si arrese a Lupetti e soci soltanto nei minuti finali del 4° periodo; che partita ti aspetti?
“Falconara è una squadra gagliarda e che, nonostante la posizione in classifica, sta esprimendo una buona qualità di gioco. Dobbiamo incanalare subito la partita sui binari giusti ed evitare che prendano fiducia.”.

5) Recuperato Temperini e passato il periodo influenzale, almeno in allenamento negli ultimi giorni hai avuto a disposizione il roster praticamente al completo. In vista della post-season avere un certo tipo di continuità in allenamento ed in partita è una delle tante cose che possono fare la differenza…

“In realtà sono state poche le settimane che siamo riusciti ad essere al completo. Ringrazio Cristian, Francesco e Paolo – ragazzi di Montegranaro che ci stanno dando una mano durante la settimana – e Adem (Catakovic, ndr), al quale faccio un in bocca al lupo per la nuova esperienza di San Benedetto. Sabato a Pesaro abbiamo giocato la quinta partita al completo dall’inizio della stagione. Purtroppo fino ad ora siamo stati costretti a cambiare continuamente il nostro modo di giocare e questo sicuramente non ci ha aiutato.”

6) L’obiettivo dichiarato della società è accedere ai play-off; è certamente ancora presto, ma a che piazzamento può ambire secondo te la Premiata vedendo anche l’andamento delle concorrenti?

“Il campionato di quest’anno è veramente bello ed equilibrato con una classifica cortissima. Vinciamo le partite che ci separano dall’obiettivo poi quando la matematica dirà che siamo dentro penseremo al piazzamento.”

7) Grazie per la disponibilità coach. Ci vediamo domenica alla Bombonera!

“Grazie a voi e sempre forza Sutor!”

Ufficio Stampa S.S. Sutor Basket Montegranaro

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2541 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.