Serie C gold: con una solida prova difensiva la Sutor Montegranaro supera il Bramante Pesaro

sutor-montegranaro-stats

Si è conclusa nel migliore dei modi l’ultima partita casalinga della Sutor Premiata di questo 2018: una vittoria che conferma il buon periodo di forma dei gialloblù (nonostante ancora l’assenza del pivot titolare Valentini) e che carica l’ambiente in vista del big match dell’ultima giornata di andata in casa della Vigor Matelica.

Al termine della contesa, lo staff e la dirigenza si sono diretti all’Hotel Horizon di Montegranaro per la consueta cena sociale di fine anno.

Il match parte a rilento per entrambe le squadre, molto imprecise al tiro – soprattutto i padroni di casa fuori dall’arco- e poco concentrate. Un paio di extra possessi guadagnati dalla coppia Di Angilla-Selicato permettono ai gialloblù di recuperare i pochi punti che separavano le due formazioni a pochi secondi dal termine delle prima frazione.
I secondi 10 minuti di gioco sono la fotocopia di quanto appena visto: il Bramante che cerca di dettare i ritmi della partita (approfittando della mano fredda dei sutorini fuori dall’arco) e la Premiata che rimane in partita grazie alla solidità sotto le plance. Il primo tempo si chiude sul 33-30.

Capitan Selicato chiama alla carica i compagni e la squadra sembra rispondere nel migliore dei modi: tanti rimbalzi conquistati da Di Angilla e soci, buona circolazione e finalmente la palla che inizia a bruciare la retina. Bertoni – l’altro capitano del match – non ci sta ad arrendersi ed infila un paio di canestri importanti che permettono ai Pesaresi di rimanere in scia, ma Temperini è implacabile (per lui 18 punti totali) e la Sutor si porta sul +7 alla fine della terza frazione di gioco.

Dopo un paio di minuti però, quando ormai la partita sembrava viaggiare sui binari giusti, ecco la svolta: gli ospiti dal -9 piazzano un break che riapre i discorsi e condannano la Sutor a gestire un misero vantaggio di 3 punti per tutto l’ultimo periodo.  Ancora una volta a far la differenza sono però gli extra-possessi e quando Selicato conquista il suo 14° rimbalzo (l’8° in attacco) ad una manciata di secondi dal termine, è il segnale che possono partire i titoli di coda. Alla Bombonera finisce 62-57!

Le parole a caldo del coach Ciarpella: “Complimenti alla squadra perché se riesci a portare a casa una partita che tiri con il 30% dal campo, significa che stiamo arrivando ad una solidità difensiva di squadra importante. Abbiamo tenuto il Bramante a 57 punti e costretti a 22 palle persone, e siamo stati in grado di costruirci quel vantaggio necessario a fare nostro il match grazie ai 16 extra-possessi che ci hanno garantito i rimbalzi in attacco. Stiamo lavorando in settimana per migliorare la qualità del nostro attacco e avere più opzioni; cresciamo partita dopo partita ma la strada è ancora lunga.

Questa è stata sicuramente una vittoria importante in chiave playoff: adesso andiamo a Matelica a mentre sgombra per cercare di chiudere il girone d’andata nel miglior modo possibile.”

 

I veregrensi grazie ai due punti appena conquistati si portano a quota 16 punti in classifica e mantengono l’imbattibilità casalinga che resiste ormai dalle ultime partite di regular season dello scorso campionato. Ora per i gialloblù arriva l’ostacolo Matelica: squadra molto talentuosa che sta però cercando di trovare la continuità che merita il roster allestito in estate.

Palla a due al PalaCarifac di Cerreto D’Esi sabato 22 dicembre alle ore 18:15.

 

 

Sutor Premiata Montegranaro: Lupetti 6, Rossi 2, Selicato 7, Di Angilla 13, Temperini 18, Sabatini ne, Ciarpella F. 4, Bartoli 8, Palmieri ne, Valentini ne, Mosconi 4, Marcantoni ne. All. Ciarpella M.

 

Bramante Pesaro: Bonci 2, Bertoni 17, Gnaccarini 4, Giampaoli 14, Gamberini 2, Terenzi ne, Giunta 1, Galdelli 2, Centis 2, Curcio 10, Tognacci 3, Del Prete ne. All. Nicolini

 

Parziali: 14-14, 19-16, 18-14, 11-13.

Progressivi: 14-14, 33-30, 51-44, 62-57.

 

Ufficio stampa S.S. Sutor Basket Montegranaro

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2519 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.