Serie C gold: una Super Sutor espugna Foligno 78-81 con una grande rimonta !

luca-rossi

Finale al cardio palma al PalaPaternesi di Foligno: la Sutor Premiata Montegranaro vince a domicilio contro un ottimo Foligno, in vantaggio nel corso del primo tempo anche di 18 punti.

Una partita prima persa, poi vinta ed infine quasi persa. Ad aver la meglio però al termine dei 40 minuti di gioco è stata la voglia dei ragazzi di coach Ciarpella di portare a casa a tutti i costi questi due punti fondamentali per continuare la corsa che porta ai playoff.

Primi due quarti quasi solo a marca umbra: gli uomini di coach Sansone sembrano molto più in forma dei gialloblù e arrivano praticamente su ogni pallone. Tosti segna da qualsiasi posizione e quando non arrivano i canestri ci pensa Sakinis a catturare il rimbalzo per l’extra-possesso.
Montegranaro prova a reagire ma già al termine dei primi 10 minuti siamo sul 24-16 per i padroni di casa.

Foligno continua a premere sull’acceleratore e dopo poco si ritrovano con un vantaggio consistente tra le mani che quasi tocca i 20 minuti a metà della seconda frazione. Di Angilla e soci sembrano accusare il colpo, ma possesso dopo possesso – pur non giocando la miglior pallacanestro possibile – riescono a ridurre il differenziale chiudendo il secondo quarto sotto di soli 6 punti.

Le parole dello staff veregrense nello spogliatoi sortiscono l’effetto sperato, perché quella che rientra in campo è tutta un’altra Premiata. Le gambe si piegano più facilmente, le maglie in difesa si stringono e soprattutto la mano di Temperini si infiamma di colpo.

La fase difensiva produce un totale di 7 punti subiti (con una bomba subita dall’altra parte del campo allo scadere della sirena) e ribaltare il risultato è un attimo. La Sutor prende sempre più confidenza e alla fine del terzo quarto il tabellone recita 49-60 per gli ospiti.
Mai abbassare la guarda però contro un avversario come Foligno: la Lucky Wind non ci sta a prendere l’imbarcata e grazie alla stessa intensità intravista nei primi minuti della partita, accorcia le distanze portandosi sul -1 a pochi secondi dal termine della partita.

I padroni di casa però nel momento del bisogno fanno 0-2 dalla lunetta e quando Mosconi si ritrova palla in mano con 3 punti di vantaggio a 5 secondi dalla fine. i tanti tifosi giunti da Montegranaro possono far partire la festa nel loro settore.

Le parole di coach Ciarpella al termine del match: “Abbiamo sbagliato completamente il modo con cui abbiamo approcciato la partita, lasciando a Foligno tutto quello che non volevamo lasciargli. A meta del secondo periodo abbiamo subito il loro massimo vantaggio…abbiamo aggiustato qualcosa, aumentando la pressione sul pick ’n ’ roll. Piano piano siamo rientrati in partita facendo perdere fiducia a Foligno.

Forse abbiamo commesso l’errore nel terzo quarto di pensare che la partita fosse finita, ma siamo stati bravi a resistere sul finale. Bravi quindi a tutti i miei ragazzi…si tratta di una vittoria importantissima.

La strada è lunga e adesso arriva Lanciano: i pronostici sono tutti contro di noi, ma daremo il massimo per cercare di avere quanto prima la matematica certezza della partecipazione ai playoff.”.

Appuntamento ora domenica alle 18:00 alla Bombonera per il big match contro Lanciano; sarà durissima, ma bisogna vincere per continuare a sognare e per mantenere soprattutto il 4° posto in classifica.

Sutor Premiata Montegranaro: Lupetti 7, Rossi 13, Di Angilla 8, Ciarpella F., Selicato 4, Sabatini ne, Bartoli 8, Valentini 17, Temperini 12, Mosconi 12. All. Ciarpella M.

Foligno: Tosti G. 20, Rath 9, Mariotti 12, Camacho 4, Sakinis 15, Guerrini ne, Tosti F. 3, Anastasi 11, Presentazi, Marchionni 4, Marani ne, Nikoci ne. All. Sansone

Parziali: 24-16, 18-20, 7-24, 29-21.

Progressivi: 24-16, 42-36, 49-60, 78-81.

Ufficio stampa S.S. Sutor Basket Montegranaro

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2529 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.