Serie C: Intervista a Marco Ciarpella della Sutor Montegranaro

sutor-basket-montegranaro
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

Un nome, una storia, una tradizione Sutor Montegranaro

Oggi siamo con coach Marco Ciarpella e presentiamo la stagione da poco iniziata della Sutor Montegranaro.

 

marco-ciarpella-sutor-basket-montegranaro
Marco Ciarpella

Ciao Marco, iniziamo dallo scorso campionato. Complimenti per la promozione dopo un’annata lunghissima dove avete dimostrato di meritarvela ampiamente.
Grazie! I complimenti ci tengo a dividerli con i ragazzi e con tutto lo staff dello scorso anno.
E’ stata una stagione bellissima: siamo cresciuti costantemente durante l’anno eabbiamo conquistato in trasferta quello che non avremmo mai immaginato.

Ora serie C Silver. Obiettivi?
Per me in primis è un’esperienza da esordiente, in un campionato che conosco poco. Ho impressioni positive, i ragazzi si allenano forte e ci tengono a far bene.
Entriamo in punta di piedi, ma sappiamo bene quali sono le nostre possibilità. Pensiamo partita per partita, poi vedremo dove effettivamente si potrà arrivare.

Andres Bartoli e Riccardo Lupetti due sicurezze per la categoria
Sono contento di tutta la rosa costruita insieme alla società. Siamo partiti cercando di costruire la squadra con gente con grande senso di appartenenza e legata a Montegranaro. Riccardo viene da un’ottima stagione e cerca la consacrazione definitiva ad alti livelli in questa categoria, il curriculum di Andres parla per lui: è un vincente e un grandeprofessionista.

Sotto canestro invece un lungo americano (Brandon Lee Cataldo). Si ambienterà bene e subito nel campionato italiano?
Viene da due stagioni già in Italia, una di Serie D e una di C Gold in Toscana. Ha ottenuto la cittadinanza italiana e inizia a parlare e a capire l’italiano. Purtroppo è arrivato con un piccolo problema al piede, speriamo recuperi quanto prima.

Senti pressione da parte della Dirigenza o della tifoseria per portare la Sutor dove merita di essere (ovvero categorie superiori)?
La vivo come una grande responsabilità. Sono contento di poter allenare una società così importante e tutta la squadra ne è consapevole e sta dando il massimo. Ci sono cambiamenti a livello societario in questi giorni, che sicuramente potranno garantire un futuro importante alla nostra società e questo ci da uno stimolo in più per lavorare.

Tifosi già caldi, più di 200 per la vostra prima uscita in amichevole…
C’è interesse intorno al nuovo progetto, speriamo con le nostre prestazioni di avvicinare e portare al palazzetto quanta più gente possibile.

 

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 1238 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.