Serie C: il Palarossini resta un tabù, la Globo Stamura k.o contro il Pisaurum Pesaro

Globo Stamura-Pisaurum 59-71 (10-32, 29-45, 41-55)
Globo Stamura: E.Centanni, Benini 13, F.Centanni, Bini 5, Curzi 3, Giachi 11, Trovamala n.e., Pajola 2, Canali 5, Luini 2, Chiorri 11, Bellesi 7. All.Marsigliani
Pisarum: Carnaroli, Morelli, Bianchi, Giacomini 13, Jovanovic 5, Vichi 15, Foglietti 12, Giunta 20, Cecchini 2, Ravaioli 3, Giovannelli, Cristiano. All.Foglietti
Arbitri: Antimiani di Montegranaro e Tempesta di Ancona
Un primo quarto da censura e una serata deficitaria al tiro. Uno più uno fa due ed ecco il motivo principale della nuova sconfitta interna della Globo Stamura che lascia i due punti e il terzo posto al quadrato e più volitivo Pisaurum. Terzo stop interno nelle ultime quattro gare, quinto k.o. stagionale in un PalaPrometeo Estra “L.Rossini” che ha tutto meno l’aria di essere il “campo amico” per i biancoverdi. Ma a parte la cabala e le tradizioni negative desta quasi impressione la facilità con la quale i pesaresi hanno messo subito il naso avanti nel primo quarto. La Globo non ha praticamente mai difeso nei primi 10′ prendendo canestri facili e spesso in fotocopia con il bravo Giunta a ripetersi e ben presto in doppia cifra. Le urla di Marsigliani hanno riempito i vuoti del palas dorico, la squadra dal secondo quarto ha allestito una difesa ben più aggressiva ma i problemi si sono spostati poi in attacco con percentuali al tiro negative difronte alle quali è stato impossibile pensare a una rimonta.
La sconfitta significa probabilmente riporre per i biancoverdi i sogni di terzo posto (Pisaurum a +2 con una partita in meno e si è preso anche lo scontro diretto ribaltando il -8 accusato all’andata) e adesso la Globo dovrà guardarsi alle spalle perchè Pedaso, con la sua 6a vittoria consecutiva, ha raggiunto proprio Giachi e soci. La Stamura tiene però a vista il nono posto che rimane a otto punti di distanza quando manca una giornata in meno sul tassametro del campionato.
La serata negativa della Stamura trova subito la massima espressione nel primo quarto. Giacomini e Giunta trascinano gli ospiti. Le penetrazioni del capitano e i tiri da sotto ad altissima percentuale del lungo scuola VL, senza ostacolo della difesa, provocano subito il primo strappo biancoblu (6-13 dopo 4′). Marsigliani chiama time out ma serve a poco. Pesaro allunga ancora fino al 6-20 con la Stamura che continua ad essere ultraleggera in difesa e a non vedere mai il canestro. I “gol” di Giachi e Luini servono almeno a far arrivare la Globo in doppia cifra, ma il Pisaurum ha già più di un giro di vantaggio e chiude il primo quarto avanti 10-32.
La Stamura può solo migliorare e le cose in effetti sono meno negative rispetto al primo quarto. Canali, Bellesi e Giachi segnano il 9- (19-32). Pesaro ci mette quasi 5′ per tornare a canestro ma poi riprende con costanza fino al 21-40 vanificando il buon inizio dorico. Le triple di Curzi e Chiorri ridanno energia alla Stamura che subisce anche una tripla di tabella di Giacomini a fil di sirena (29-45). Nella ripresa ci si attende la sterzata anconetana. E le speranze trovano conferma da un parziale di 8-0 che porta la Globo a -8 (37-45). Poi però prende il sopravvento il nervosismo. Piovono proteste e come risposta arrivano due tecnici che sbloccano il Pisaurum. Gli ospiti faticano contro la difesa intensa dei locali e per trovare il primo canestro dal campo dei pesaresi bisogna scorrere il nastro fino al minuto 27. La Stamura si blocca e subisce un controparziale che manda Pesaro su 37-52 prima del 41-55 dell’ultima pausa. Nel periodo finale Ancona ci prova ancora, Benini e Canali segnano fino al 48-55 che diventa 51-57 a -6’38” dallo stop grazie ancora all’esperto lungo romano. La Globo dovrebbe accelerare ma si blocca di nuovo. Vichi detta legge in area verniciata e il Pisaurum allunga di nuovo fino al 53-64. Benini segna ancora con un appoggio educato direttamente al ferro ma poi sono Jovanovic e Vichi a riportare serenità tra gli ospiti (55-68). Giachi e Chiorri provano a tenere accesa la speranza ma tutto viene spento da Jovanovic e dalla schiacciata in contropiede di Giunta che sancisce la fine del match (59-71) e l’inizio di una nuova settimana per la Globo Stamura che sarà trascorsa ad analizzare ancora i motivi di una ennesima sconfitta intera.
Ufficio stampa Globo Stamura Ancona

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2519 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.