Serie C: Samuele Vissani è la seconda conferma per la Vigor Matelica

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

“Fondamentale tornare ad essere squadra”
Samuele Vissani, miglior realizzatore dello scorso campionato, con una media complessiva del 40% dal campo e del 37,5% da tre punti, è la seconda conferma della squadra della passata stagione. Gran combattente e giocatore istintivo, sarà una delle principali armi offensive anche negli attacchi che disegnerà Leo Sonaglia, in vista del prossimo campionato di C Silver.
Samuele, hai deciso di restare un uomo Vigor.
Sì, ci ho pensato, ma andar via avrebbe significato mollare. Questa è una maglia importante, e dobbiamo far vedere, come squadra, che ce la meritiamo.
Coach Sonaglia ha dichiarato di volere una squadra rapida e veloce, un tipo di gioco sicuramente in linea con le tue caratteristiche.
Sicuramente quel tipo di gioco esalta le mie qualità. Sono poi convinto che coach Sonaglia ci aiuterà a diventare una vera squadra, con la S maiuscola, cosa che l’anno scorso non siamo riusciti a diventare. Se lo fossimo stati, avremmo potuto superare insieme molte delle difficoltà che si sono capitate.
E’ ovviamente troppo presto per parlare della squadra della prossima stagione, che si sta formando solo in questi giorni. Ma possiamo parlare del Samuele Vissani delle prossima stagione. Ti sei dato un obiettivo preciso?
Mi sono imposto di lavorare sul lato caratteriale: in quelle giornate storte, dove magari il tiro non entra, giornate che ogni giocatore ha, imparare ad essere comunque importante, a dare il mio contributo.

Ufficio stampa Vigor Halley Matelica

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 945 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.