Playoff Serie D: il Basket Auximum supera il Basket Giovane Pesaro in gara uno

BASKET AUXIMUM 75 BASKET GIOVANE PESARO 66

Vittoria casalinga nel prima giornata dei play off per Basket Auximum, che fa rispettare il fattore campo, in un incontro molto combattuto ed in equilibrio fino agli ultimi minuti di gioco.

Le squadre si sono affrontate a viso aperto, con il giusto agonismo e la dovuta sportività ed il match è scorso velocemente in un costante equilibrio.
Gli osimani hanno tentato di sfruttare la maggiore fisicità sotto canestro mentre i giovani pesaresi si sono affidati al classico corri e tiro e per tre quarti della gara, nessuna delle due squadre è riuscita nell’intento di far valere il proprio gioco.
Infatti il primo quarto si è chiuso sul punteggio di 16 a 15, il secondo sul punteggio di 20 a 21 ed il terzo sul punteggio di 18 a 17 in un costante equilibrio.
Soltanto verso la metà dell’ultimo quarto, gli osimani sono riusciti a prendere alcune lunghezze di vantaggio che poi sono risultate fondamentali per l’esito finale.
L’equilibrio si rompeva sul punteggio di 62 a 63, quando Monticelli metteva a segno una tripla, subendo anche fallo. Realizzava il successivo tiro libero e portava Osimo sul più 3, dando inizio al break decisivo di 13 a 3.
Break ottenuto grazie anche ad alcuni accorgimenti tattici in difesa e alla maggiore incisività difensiva sui pik roll pesaresi.
In casa osimana da segnalare un ingiustificato nervosismo durante tutto l’arco della gara che ha offuscato la prova, che non le ha consentito di sfruttare diverse facili occasioni di realizzazione e una inusuale scarsa precisione ai liberi.

Tabellini: 16-15; 20-21; 18-17; 21-11.
TL 11-25; T2 26-44; T3 4-16.
Carancini 19; Ausili 15; Monticelli 10; Vignoni 9; Belli A. 9; Graciotti R. 7; Graciotti Y, 4; Violini 2; Mercanti; Carletti; Belli R.; Franchini.

Ufficio stampa Basket Auximum

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2175 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.