Playoff Serie D: l’Acqualagna sbanca Ancona e vola in finale contro Jesi

pallacanestro-acqualagna-pasta

Tutti in piedi ad applaudire gli indomiti ragazzi del CAB Stamura, sconfitti e in lacrime al centro del campo, ma dopo una  stagione a dir poco esaltante e terminata soltanto ad un passo dalla finale playoff. Gara-3 di semifinale premia la maggiore esperienza e fisicità della Pall.Acqualagna capace di riemergere nella serie dopo il k.o. nella prima sfida e dopo il chiaro segnale di forza dimostrato nella seconda partita e che paradossalmente ha spostato l’inerzia della serie nell’entroterra pesarese. Nulla da imputare alla squadra di Benini che ha giocato la sua partita, finendo un paio di volte sotto di oltre 10 punti e sempre in grado di recuperare. Ma alla fine c’è stata la resa con tutto l’onore delle armi ai piedi di capitan Trovamala e compagni.

Primo quarto in totale equilibrio, Acqualagna strappa prima dell’intervallo arrivando sul +11 con il CAB Stamura che fatica a trovare il canestro. Intervallo con gli ospiti avanti di 9 e inizio di ripresa colorato di biancoverde. I dorici recuperano e impattano sul 43 pari spinti da Naspi e Bartolucci. Acqualagna si assesta contro la zona e riparte prima della terza sirena. Ospiti ancora sul +11 (46-57) a 3′ dall’ultima pausa prima che Bartolucci firmi 6 punti di fila per il 52-60 del ’30. Nell’ultimo quarto escono di scena per falli prima Donnini e poi Trovamala. La difesa biancoverde si fa intensa e i locali accorciano fino al 68-72 a 3′ dalla fine. Il CAB Stamura sciupa un paio di buone occasioni, la più ghiotta con Bartolucci che sciupa una rubata e un contropiede 1vs1 che avrebbe portato i suoi sul -2. Sul capovolgimento Beligni segna il +6 ( a -1’46” dalla fine) e da un pezzo di finale alla squadra di Renzi. Acqualagna è avanti 70-78 a 35″ dalla fine, sembra finita ma guai distrarsi troppo contro questo CAB Stamura. Monteriù indovina la tripla, rimessa ospite e palla direttamente nelle mani di Naspi che segna il -2 a 16″ dallo stop. Il pubblico del Palarossini si riaccende. Nel time out Benini ordina la difesa. Acqualagna però sa passarsi bene il pallone, il fallo della difesa dorica arriva a -1″ dalla fine. Puleo dalla lunetta fa 1/2 e può bastare. Acqualagna in finale contro l’Aesis, per il CAB Stamura soltanto applausi.

Cab Stamura Ancona – Pallacanestro Acqualagna 76-79  (21-20, 34-43, 54-63)

CAB Stamura
: Bartolucci 15, Orlandini, Rexha 1, Iurini 5, Monteriù 16, Trovamala, Burdo 4, Cinti, Bolognini 6, Di Battista 7, Cerioni ne, Naspi 22. All. Benini
Acqualagna: Mancinelli 7, Magnanelli ne, Lelli ne, Gaudenzi 8, Galasso ne, Toccaceli, Donnini 9, Federici 12, Puleo 9, Battistelli 6, Beligni 8, Muffa 20. All. Renzi

Ufficio stampa Cab Stamura

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 1985 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.