Serie D – Girone B: Il Campetto Ancona

Il Campetto Ancona

Oggi, in compagnia dell’amico nonché Presidente Gabriele Martelli, parliamo del Campetto Ancona.

1) Bicchiere mezzo pieno: al primo anno di Serie D …subito vittoria del campionato. Sensazioni?

Bella impresa, grande gruppo, voglia di fare, voglia di divertirsi , di gustare ogni momento insieme, una squadra di amici votata al successo ma sempre con i piedi per terra, il sorriso sulla bocca e una gioia incontenibile alla vittoria finale.

2) Bicchiere mezzo vuoto: pochi sponsor, pochi soldi …e quindi niente C2? Si rigioca in Serie D, sensazioni?

Grande delusione questo è chiaro, ma non potevamo affrontare un campionato impegnativo senza poter contare sulla completezza delle forze economiche. Abbiamo ritenuto di dover (visti i tempi che corrono) fare il passo secondo la gamba e non correre il rischio di dover abbandonare baracca e burattini a metà corsa. Si riprende dalla serie D, categoria preziosa dove ogni partita va giocata e combattuta come se fosse una finale. Tenteremo nuovamente la scalata alle parti alte della classifica, preparandoci per tempo a quello che potrebbe venire.

3) Senza dimenticare la Prima Divisione che l’anno scorso ha vinto il campionato…

Squadra di pazzoidi  con un mix di gioventù e di esperienza (tanta esperienza) ma che pur con tutte le diversità di vedute sull’andamento delle partite ( notti di tattiche e di rotazioni) ha saputo tener testa a squadre ben più giovani e arrivare davanti a tutte. Anche qui buon gruppo di brontoloni che alla fine si divertono ancora a buttare la palla dentro il cesto nonostante (qualcuno) la non verdissima età di taluni. Quest’anno ancora una volta pronti al via per vedere l’effetto che fa.

 

 The Visual

Il Campetto Ancona - Serie D 2012/13

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2602 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.