Serie D: Intervista a Ismaele Diotallevi, tra i protagonisti della salvezza del Basket Durante Urbania

Oggi, in compagnia di Ismaele Diotallevi, festeggiamo la salvezza del Basket Durante Urbania.

 

Ciao Ismaele, è stata dura… ma alla fine siete salvi!

ismaele-diotallevi

Ciao Emanuele, innanzitutto grazie.
Sì una salvezza sofferta, da parte di tutti, dalla dirigenza ai giocatori, dall’allenatore a quei pazzi che ci vengono a vedere al palazzetto, nonostante un campionato a dir poco difficoltoso.

Ma tutto questo ha reso la permanenza in D ancora più bella.

 

Durante la stagione c’è stato un cambio di allenatore, come hai vissuto e come l’ha presa la squadra questo avvicendamento?

Beh, diciamo che io l’ho vissuto un po’ più da vicino, avendo l’ex coach dentro casa.

Sapevo già da prima del cambio l’intenzione di mio padre di andarsene, i rapporti erano compromessi dall’amicizia e alla squadra serviva uno shock per riprendersi.

Poi è arrivato coach Marinucci e tutta la sua professionalità a cui non eravamo assolutamente preparati; ora sappiamo cosa vuol dire lavorare con un professionista.

Chi è stato il giocatore decisivo per la salvezza?

Non penso ci sia stato un giocatore decisivo, a turno abbiamo fatto ottime prestazioni individuali, ma la differenza l’ha fatta la squadra quando è riuscita a seguire le indicazioni tattiche del coach.

Come ti sei trovato in Serie D? Soddisfatto per la tua stagione?

Se devo essere sincero sì!

Sono contento di come ho affrontato questo campionato, soprattutto la prima metà di stagione dove sono riuscito a segnare con costanza e ad essere in cima alla classifica marcatori; mi sono un po’ perso a inizio della seconda parte, ma sono riuscito a riprendermi e a chiudere al meglio.

Non avevo mai giocato un campionato di questo livello e l’ho fatto da protagonista, sono sicuro di essere cresciuto, cestisticamente parlando, ma posso fare ancora meglio.

 

In cosa pensi di dover migliorare?

Penso di dover lavorare sul tiro quest’estate e prendere qualche kg in palestra. Poi la testa è quella che è…

 

Per finire …oltre ad organizzare le doverose e meritate cene di squadra… la Società ha già cominciato a programmare la nuova stagione?

logo-basket-durante-urbaniaSinceramente non so dirtelo, ma conoscendo la società son sicuro stiano già lavorando per il prossimo anno.
Non ci manca molto per fare un buon campionato, son fiducioso che la società troverà i rinforzi necessari.

Per quanto riguarda le cene stiamo iniziando ad organizzare e certamente saranno impegnative.

Vorrei prendermi due righe per ringraziare i miei compagni, la società, il nostro magico team manager “Bombolo” e chi ci ha sempre sostenuto nonostante le poche soddisfazioni, alla fine ne è valsa la pena.

FEAR THE LION

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 1977 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.