Serie D: la Vis Castelfidardo vince lo scontro al vertice con la Sutor Montegranaro

La Vis ipoteca il primato
Bella, efficace e vincente; ecco il ritratto della Vis nella vittoria di sabato ai danni della Sutor Montegranaro. Prova importante che restituisce numerose certezze e permette di guardare con maggiore tranquillità alle due gare da vincere per la matematica conquista del primo posto. Gli ospiti partono bene ma dal secondo periodo sono costretti ad inseguire i padroni di casa, che si impongono con un’ottima difesa riuscendo ad anestetizzare i temibili esterni di coach Ciarpella. Monaci e compagni trovano la giusta fiducia anche in attacco, le triple di Gobbetti incrinano le certezze dei tatticismi avversari e al riposo il vantaggio della Vis è più solido 36-27. Nel terzo periodo Castelfidardo tenta la fuga guidata da Graciotti e Soricetti entrambi abili a trovare la via del canestro dalla media distanza, trovando rimedio alla maggiore fisicità del pacchetto lunghi avversario. Si tocca il massimo vantaggio + 16 (48-32), ma i veregrensi rimangono in partita aggrappati all’esperto Poeta. Nell’ultimo periodo la minaccia di una rimonta Sutor non si fa mai troppa accesa e il calore del pubblico(cornice affollata da clima play-off) aiuta i fidardensi a reggere l’urto e a condurre in porto una vittoria autorevole. Punteggio Finale : 69-59.
Gara affrontata alla perfezione, con il giusto atteggiamento. La difficoltà dell’incontro infatti era altissima, il roster del duo Ciarpella-Palmioli vanta un livello tecnico e fisico invidiabile e sarà di certo fino in fondo protagonista per la corsa alla promozione, ma ancora una volta il cuore oltre l’ostacolo si è dimostrato il valore in più della squadra di Pesaresi. Da tutti il contributo per una prestazione oltremodo positiva, capace di lanciare con fiducia tutto l’ambiente Vis al primato stagionale.
Forza Vis!

Ufficio stampa Vis Castelfidardo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2602 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.