Serie D: l’ABM Macerata superata in casa dal Brown Sugar Fabriano

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

ABM ancora superata in casa
Terza sconfitta stagionale per i biancorossi che cedono a domicilio ai Brown Sugar Fabriano, 78-70 il finale per gli ospiti, e precipitano a metà classifica stante l’enorme equilibrio che regna in questo girone. Partita equilibrata per i primi tre quarti, con la due squadre che spesso si sono alternate al comando, e maceratesi che arrivano con un punticino di vantaggio all’inizio del periodo decisivo, qui però, in un quarto in cui le gite in lunetta la fanno da padrone, la maggior precisione dalla linea della carità dei ragazzi di coach Gentili fa la differenza e consente loro di espugnare il Palavirtus. Pallotta su tutti, ma anche l’eterno Pellacchia e Carnevali a guidare i fabrianesi mentre buone risposte in attacco per coach Luciani arrivano da Panaro, Tiberi e Centioni. Sconfitta che ha molte facce tra le quali spiccano le basse percentuali da tre e dalla lunetta.
Prossimo impegno alla ricerca di un pronto riscatto sabato prossimo in casa del fanalino di coda San Severino dove la cosa più importante sarà quella di arrivare con la faccia giusta senza sottovalutare gli avversari.

Basket Maceratese – Brown Sugar Fabriano 70-78

Macerata: Sebastianelli 5, Cannas 3, Zamponi 7, Centioni 13, Tiberi 15, Core 7, Foresi, Merlini ne, Piergiacomi 2, Ercoli 3, Gonzales 9, Panaro 16. All. Luciani

Fabriano: Carnevali 14, Narcisi 3, Pellacchia 16, Moscatelli 4, Braccini 3, Sacco A. 7, Pallotta 20, Nizi 5, Sacco L. 2, Fabrianesi 4. All. Gentili

Ufficio stampa Basket Maceratese

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 1232 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.