Serie D: novità in casa Asd Fochi Pollenza

Nascere non basta. È per rinascere che siamo nati, ogni giorno. Dopo due anni di permanenza nel circuito di Serie D, una brezza di rinnovamento ha preso a spirare sulla nostra fiamma, alimentandola. A quel punto, ormai, è stato impossibile tirarsi indietro: abbiamo accolto il cambiamento e tutto ciò che ne consegue, persino il distacco. Sì, perché congedarsi, dopo due anni di intense collaborazioni, da chi senza esitare ci ha fornito asilo proprio nel momento del bisogno non è affatto facile. Per tale ragione, la nostra più sentita riconoscenza è rivolta al Ponte Morrovalle Basket che, accogliendoci, ha fornito uno straordinario esempio di solidarietà umana e sportiva. Tuttavia, la nostra cooperazione, alla luce degli ottimi risultati ottenuti, non termina qui ma proseguirà nell’ambito della promozione del settore giovanile.
L’addio a quella che è stata la nostra casa base per due lunghe ed intense stagioni ha aperto le porte a una serie di novità, tuttora in gestazione. In primo luogo, il nostro approdo a Pollenza, che inaugura una collaborazione elettrizzante, votata alla conquista di nuovi orizzonti ed altrettanti obiettivi. Le premesse sono delle migliori, i punti di incontro molteplici, l’intesa assoluta, di conseguenza le prospettive non potranno che maturare ed incrementarsi. In secondo luogo, la decisione dell’ormai ex-coach Matteo Santecchia di appendere la lavagnetta al muro dopo quattro anni di incredibili soddisfazioni. Spinto da passione sanguigna ed etica del lavoro, Matteo ha preso per mano un manipolo di giocatori e ne ha fatto una famiglia, prima ancora che una squadra, rendendo così possibili traguardi fino ad allora insperati. Ora, il suo posto è all’interno del collettivo dirigenziale dei Fochi, ambito al quale siamo certi apporterà la stessa premura e la stessa metodica attenzione ai particolari che lo hanno da sempre caratterizzato. Alla luce dell’addio di Matteo, il passaggio di consegne in panchina non sarebbe potuto avvenire se con la certezza di disporre di un valido condottiero a cui affidare i nostri ragazzi. Il cambiamento ha un nome: Nicolò Luciani, giovane prospetto manageriale che, dopo anni di militanza nel microcosmo ABM, ha scelto di intraprendere un nuovo cammino, alla ricerca di motivazioni e stimoli vergini, ed ha abbracciato la causa dei Fochi. A lui è rivolto un immenso in bocca al lupo da parte del direttivo dei Fochi, per quella che sarà senza dubbio una collaborazione longeva e colma di soddisfazioni.
Le carte sono in tavola ormai, mentre i dadi, spinti dalla nostra volontà incrollabile e dalla nostra passione rinnovata, girano in un’unica direzione: la nostra. Perché nascere non è più sufficiente, ciò che conta ora è rinascere, e risorgere più risoluti che mai dalle nostre ceneri.

Giacomo Gardini
Social Media Manager – ASD Fochi Pollenza

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2346 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.
1