Serie D: dopo quasi venti anni capitan Vignoli lascia il Montemarciano Basket

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest

Prima “uscita” in chiave mercato per l’U.P.R. Montemarciano basket. Dopo quattro lustri, due decenni, in casa Montemarciano basket si verifica l’addio al giocatore simbolo della società del Presidente Paladini: ci lascia il Capitano Marco Vignoli.
“Non avremmo mai voluto scrivere questo comunicato, ma tutte le storie seppur belle hanno un inizio e ahimè una fine, una fine che noi ancora facciamo fatica a digerire. Dopo quasi vent’anni le nostre strade si separano, si dividono “O’Capitano”.
Sei arrivato a Montemarciano che eri in fase adolescenziale per sviluppare quel discorso avviato con il Don Leone Ricci Chiaravalle, un discorso che prevedeva l’unione delle due realtà a livello giovanile. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti e tu non te ne sei più andato.
Hai vissuto tutta l’epopea del Basket Montemarciano, dalla Promozione, alla serie D fino ai vertici della serie C; la massima espressione a livello regionale del basket.
Hai iniziato con il duo Ciaccafava-Gobessi in panchina, passando per Costantini, Capodagli, Giorgi, Valli, Gambini, Severini ed infine Simoncioni.
Da ogni coach hai appreso qualcosa e hai dato qualcosa, come lo hai dato a noi, hai dato l’esempio a tutti i tuoi compagni di squadra, ti sei meritato stima, rispetto e fiducia.
La tua etica lavorativa ti ha permesso di screditare coloro che affermavano “Vignoli??.. non è un giocatore da Promozione.. e tu la Promozione l’hai vinta sul campo.. Vignoli??.. non è un giocatore da serie D..e anche qui hai screditato tutti vincendola..Vignoli?? In serie C non giocherà mai.. e qua hai collezionato numeri discreti che ti hanno consacrato come giocatore di categoria..”.
Hai vissuto con noi e noi con te i momenti più belli della nostra pallacanestro, scrivendone pagine importanti ed indelebili, arrivando ai vertici della serie C, detieni un record difficilmente battibile alla voce Punti-Rimbalzi e presenze con il bianco-blù addosso.
Sei arrivato che eri un Diamante grezzo e solo la tua forza di volontà mescolata alla tua etica lavorativa ti hanno permesso di diventare chi sei ora: UN UOMO PRIMA un GIOCATORE POI..UN ESEMPIO PER TUTTI NOI.
Ci mancherà, mi mancherà, ogni qualvolta gli arbitri faranno il riconoscimento quel “Vignoli..Marco 10 CAPITANO..” mi mancheranno, anzi ci mancheranno gli sfotto settimanali sulle partite del tuo Milan contrapposto alla Juve; ci mancheranno le tue poche parole ( ma efficaci e di esempio per tutti noi..) nello spogliatoio prima-durante e dopo le partite… Non c’è alcun dubbio, nel rincontrarti da avversario nella tua nuova avventura una lacrima di commozione scenderà, nè siamo certi ma la vita è questa ed è fatta di scelte anche nello sport.. siamo sicuri che sarai, quando potrai, in tribuna a tifare il tuo MONTE.. grazie di tutto CAPITANO..in bocca al lupo per la tua nuova avventura..”
Il “tuo” ex DS nonché ex compagno di squadra..

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePin on Pinterest
About Emanuele Muzi 835 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.