Serie D: recap Pgs Orsal – Taurus Jesi

La PGS Orsal esce a testa alta dalla sfida in casa con il Taurus Jesi di venerdi sera.

Meglio, molto meglio la squadra anconetana, dopo la brutta gara a Fermignano.  Per molti tratti la squadra sembra far sua la partita contro la squadra jesina, ma puntualmente le bocche di tiro dei loro atleti, riportano a galla il Taurus. La partita è avvincente, intensa. Penna è in serata e arriva a mettere 13 punti , prima di uscire per 5 falli con largo anticipo , anche per falli molto veniali; anche Guida esce per 5 falli dopo alcuni spunti interessanti e palle recuperate. Raffaele si batte come un leone ed è una spina nel fianco degli avversari, ma anche lui esce prima del tempo. La carta dell’aggressività della marcatura paga molte volte , ma carica anche di falli la PGS Orsal, portando sulla lunetta , molte volte , gli avversari. Guercio e Mariella sono in palla e smistano assist per tutti con De Fenza puntuale nel realizzare. Perticaroli , finalmente mette le sue triple, ma perde il confronto con Pirani vero cecchino della serata. Conte non è in serata con il tiro, ma offre un grande contributo alla manovra di attacco e con alcuni contropiedi. Poi De Fenza pesca un rimbalzo offensivo alla fine del quarto periodo , ma il suo tiro sbatte sul ferro al suono della sirena , mentre si era in parità e si passa al tempo supplementare.

La PGS inizia bene con due canestri consecutivi, ma piano , piano,  anche con due triple gli avversari si portano avanti , nonostante questo , si rimane attaccati a loro , fino ad un minuto dalla fine, ma poi i tiri liberi su fallo sistematico chiudono la gara con il punteggio di 74 a 77.

Niente da dire ai ragazzi, rimane il rammarico di non aver avuto la rosa completa fino alla fine, ma la grinta dei nostri fa ben sperare per le prossime gare.

Ufficio stampa PGS Orsal Ancona

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2602 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.