Serie D: un’ottima Aesis ’98 passa con autorità a Fano

aesis-98-jesi

Con una prova degna di una “big” l’AESIS’98 si sbarazza in maniera netta di una delle squadre più in forma del momento.
Dopo un primo quarto in cui le due squadre si sono studiate e gli attacchi l’hanno fatta da padroni (24-24 1q), i ragazzi di coach Francioni hanno dato una spallata alla partita nel secondo quarto grazie ad un parziale di 10-26 (34-50 2q).

Dal terzo quarto in poi l’AESIS non si ferma più in attacco (11 uomini a referto!) e in difesa concede pochissimo ai fanesi allargando il divario fino al +31 finale.

Entusiasta coach Francioni che dice: “Una partita affrontata con la giusta mentalità, soprattutto considerando le condizioni fisiche non ottimali di alcuni nostri uomini chiave; ma la vera notizia è che i più giovani stanno crescendo partita dopo partita e questo ci consente di allungare sempre più le rotazioni, cosa imprescindibile per mantenere alta l’intensità sia in partita che durante la settimana.

Colgo l’occasione per ringraziare l’encomiabile Paoli (Paolo Marchini ndr) che si sta rivelando decisivo per noi, poiché nonostante i problemi di lavoro, si sta facendo in quattro per essere sempre presente agli allenamenti e permetterci così di arrivare sempre almeno a 10″.

Grande entusiasmo quindi in casa Aesis, in vista del prossimo delicatissimo impegno casalingo di sabato prossimo contro i cuginetti della Virtus 88.

Parziali: 24-24 ; 34-50 ; 49-76 ; 61-92.

Tabellini:
BASKET FANUM: Valentini 4, Ricci 4, Tallevi 11, Franceschini 2, Eusebi 2, Tonelli 8, Giangiaconi 2, Battistelli 2, Antognoni 12, Farinasso 14. All. Deales

AESIS’98 JESI: Mazzufferi, Strappato 12, Conte 15, Moretti 2, Peloni 5, Foschi 9, Santinelli 9, Cardinali 4, Mosca 20, Montanari 5, Ragni 4, Espinosa 7. All. Francioni

Ufficio stampa Aesis Jesi

Altri articoli che ti potrebbero interessare

About Emanuele Muzi 2517 Articles
Ha militato in quasi tutte le società cestistiche tra Ancona e Chiaravalle, sospendendo la pallacanestro giocata nel 2011 dopo due buone stagioni al P73 ma rimanendo fortemente ancorato al gusto per il basket raccontato.